2016/07/27

1961/07/27 - Nasce l'astronauta Don Burbank

Nasce a Manchester, nel Connecticut, Daniel C. Burbank. Selezionato dalla NASA come astronauta nel 1996, volerà nello spazio con le missioni STS-106 (2000), STS-115 (2006), Soyuz TMA-22 (2011-2012), totalizzando 188 giorni nello spazio e 7 ore e 11 minuti di attività extraveicolare.


Fonte: NASA.

2016/06/04

2010/06/04 - Debutto del Falcon 9 di SpaceX

Decolla dalla base di lancio militare di Cape Canaveral il primo esemplare del vettore commerciale Falcon 9 di SpaceX.

1998/06/04 - Ultimo attracco di uno Shuttle alla Mir

Nel corso della missione STS-91, lo Shuttle Discovery attracca alla stazione spaziale sovietica Mir. È l'ultimo attracco Shuttle-Mir di una serie di nove missioni congiunte russo-americane. Nella foto, la Mir vista dallo Shuttle.

1996/06/04 - Debutto dell'Ariane-5, che esplode al decollo

Trentasei secondi dopo aver lasciato la rampa di lancio a Kourou, in Guiana, il primo vettore della serie Ariane-5 dell'ESA esplode alla quota di circa 4000 metri, facendo precipitare sul poligono di lancio una pioggia di detriti e distruggendo, oltre al vettore, anche il carico, valutato a circa 500 milioni di dollari.

Il disastro è dovuto a un errore di programmazione banale nel software del sistema di riferimento inerziale: il valore della velocità orizzontale del vettore viene convertito da un numero a virgola mobile a 64 bit a un numero a 16 bit con segno, diventando maggiore di 32767 (il valore più grande assegnabile a una variabile a 16 bit con segno) e facendo quindi fallire la conversione.





Fonti: ESA; Umn.edu.

1974/06/04 - Inizia la costruzione dello Shuttle Enterprise

Inizia il lavoro di costruzione del primo esemplare degli Space Shuttle, battezzato Enterprise in onore della serie televisiva Star Trek. Questo Shuttle verrà utilizzato per i test di planata, portandolo in quota sopra un Boeing 747 appositamente modificato.

1967/06/04 - Nasce l'astronauta statunitense Shane Kimbrough

A Killeen, in Texas, nasce Robert Shane Kimbrough. Verrà selezionato dalla NASA nel 2004 ed effettuerà la prima missione spaziale (STS-126) nel 2008, trascorrendo 16 giorni in orbita.




Fonte: NASA.

1965/06/04 - Nasce l'astronauta statunitense Shannon Walker

Nasce a Houston, in Texas, Shannon Walker. Verrà selezionata dalla NASA nel 2004 e volerà nello spazio nel 2010 per 163 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, raggiunta viaggiando sulla Soyuz TMA-19.




Fonte: NASA.

1959/06/04 - Proposta di una Mercury manovrabile, diventerà la Gemini

Bob Gilruth, direttore dello Space Task Group, propone una Mercury manovrabile. L’idea diventa poi la capsula Gemini.

2016/06/03

2017/06/03 - Primo riutilizzo di una capsula Dragon

Alle 23:07 ora italiana decolla dalla rampa 39A del Kennedy Space Center la missione cargo CRS-11, destinata a rifornire la Stazione Spaziale Internazionale con circa 3000 kg di provviste ed esperimenti. È il centesimo lancio che parte da questa storica rampa, dalla quale spiccarono il volo quasi tutte le missioni lunari con equipaggio del programma Apollo.

Il primo stadio del vettore Falcon 9 di SpaceX ritorna alla zona di lancio, atterrando sull'apposita piazzola LZ-1 ad alcuni chilometri dal punto di partenza, per essere riutilizzato per un lancio successivo.

La capsula Dragon è al suo secondo volo, essendo già stata usata per la missione CRS-4 (che a settembre 2014 rifornì la Stazione per la successiva missione di Samantha Cristoforetti). È la prima volta che una di queste capsule viene riutilizzata integralmente (dopo la sostituzione dello scudo termico e di alcuni componenti).









Fonte: SpaceX.

1980/06/03 - Atterraggio della Soyuz-35

Atterra la Soyuz-35, che riporta sulla Terra i cosmonauti Kubasov e Farkas.

1973/06/03 - Termina la missione sovietica Lunokhod 2

L’Unione Sovietica annuncia il termine della missione lunare teleguidata Lunokhod 2, il cui rover (veicolo semovente) ha esplorato la superficie lunare per cinque mesi, percorrendo circa 37 chilometri. Nell'immagine qui sotto, il veicolo visto dallo spazio in un'immagine raccolta alcuni decenni dopo dalla sonda statunitense Lunar Reconnaissance Orbiter.

Passeranno 24 anni prima che vi sia un'altra missione robotica dotata di rover (Sojourner, su Marte). 






Fonte: NASA.

1969/06/03 - Finisce la serie classica di Star Trek

Va in onda negli Stati Uniti Turnabout Intruder, l'ultima puntata della serie originale di Star Trek, che ha ispirato e ispirerà le carriere di moltissimi astronauti e ingegneri aerospaziali.

1966/06/03 - Lancio di Gemini 9A

Decollo della missione Gemini 9A, che porta nello spazio Gene Cernan e Tom Stafford. Nell'immagine qui sotto, Cernan e Stafford durante l'addestramento. In alto si nota un cartello preparato dall'equipaggio di riserva, che dice in rima: “Prima stavamo scherzando, ora non più; portate i vostri, uh, corpi nello spazio o prenderemo noi i vostri posti - Jim e Buzz”.






Fonte: NASA.

1965/06/03 - Gemini 4: prima "passeggiata spaziale" statunitense

Decollo della missione statunitense Gemini 4. A bordo ci sono Ed White e Jim McDivitt; White effettua la prima attività extraveicolare di un astronauta degli Stati Uniti.










Fonte: NASA.

2016/06/02

2011/06/02 - Ultimo rientro dello Shuttle Endeavour

[California Science Center]

2003/06/02 - Decollo di Mars Express, prima missione interplanetaria dell'ESA

Parte dal cosmodromo di Baikonur la sonda europea Mars Express [NASA].



1998/06/02 - STS-91: ultimo volo Shuttle verso la stazione Mir

1995/06/02 - Picchio causa rinvio lancio Shuttle

I danni inflitti da un picchio al rivestimento esterno del serbatoio principale dello Shuttle Discovery costringono a rinviare il lancio della missione STS-70.

1983/06/02 - Lancio di Venera 15, manderà immagini della superficie di Venere

Decolla il veicolo orbitale sovietico Venera 15, che acquisirà e trasmetterà immagini della superficie di Venere [NASA].

1973/06/02 - Prima doccia spaziale

Gli astronauti dello Skylab effettuano la prima doccia nello spazio, ma i risultati non sono entusiasmanti.


1957/06/02 - Primo volo in aerostato nella stratosfera

1930/06/02 - Nasce l'astronauta Pete Conrad

Conrad sarà il terzo essere umano a camminare sulla Luna nel corso della missione Apollo 12 [NHO].


2016/06/01

2010/06/01 - Atterraggio della Soyuz TMA-17

1970/06/01 - Soyuz-9, nuovo record di permanenza umana: 19 giorni

Decollo dal cosmodromo di Baikonur della Soyuz-9. Nikolayev e Sevastianov stabiliranno il nuovo record di permanenza umana nello spazio: quasi 19 giorni, togliendolo all’equipaggio della Gemini 7 [NHO].





1966/06/01 - Primo allunaggio morbido statunitense con Surveyor 1



1928/06/01 - Nasce il cosmonauta Georgi Dobrovolski

2016/05/31

31 maggio

1975/05/31 – Nasce l’ESA


A Parigi viene firmato il documento che fonda l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) [NHO].


2008/05/31 – STS-124: decollo per portare alla ISS il modulo Kibo


Prosegue la costruzione della Stazione Spaziale Internazionale: viene lanciato lo Shuttle Discovery per la missione STS-124, che porta in orbita il modulo-laboratorio abitabile giapponese Kibo.

Oltre agli astronauti (Mark Kelly, comandante; Ken Ham, pilota; Karen Nyberg, Ron Garan, Mike Fossum, Greg Chamitoff e Akihiko Hoshide, tutti specialisti di missione), il volo porta nello spazio un “passeggero” particolare: un pupazzo di Buzz Lightyear che è stato “addestrato” personalmente da Buzz Aldrin, astronauta lunare di Apollo 11 [GA; NHO; NASA; NASA].

May31-2008_STS124liftoff.jpg
Decollo del Discovery (STS-124) da un’angolazione inconsueta.


2012/05/31


Primo rientro e ammaraggio di una capsula cargo commerciale: la capsula Dragon di SpaceX torna da un viaggio alla Stazione Spaziale Internazionale e ammara nell’Oceano Pacifico, completando la prima missione commerciale di rifornimento della Stazione [NASA; video dell’ammaraggio].

2016/05/28

28 maggio

1964/05/28


Primo volo orbitale di collaudo della capsula Apollo [Drew Ex Machina].


2013/05/28


Ha inizio la missione spaziale ISS 36/37 “Volare” del maggiore Luca Parmitano (@astro_luca) a bordo della Soyuz TMA-09M diretta verso la ISS [GA; SSA].


2016/05/28 – Attivato il primo modulo abitativo “gonfiabile” (BEAM)


Viene attivato il primo modulo abitativo spaziale espandibile per uso umano, il BEAM o Bigelow Expandable Activity Module, agganciato alla Stazione Spaziale Internazionale. Diversamente dai moduli abitativi sinora utilizzati per tutte le stazioni spaziali, che hanno una struttura rigida e vengono lanciati già nella loro forma esteriore definitiva, il BEAM ha pareti flessibili e viene lanciato in configurazione ripiegata: oggi è stato espanso e pressurizzato. Il grande vantaggio di questa soluzione è che consente di lanciare moduli molto più grandi (soprattutto molto più larghi) rispetto alla tecnologia tradizionale, nella quale il diametro massimo dei moduli è fissato dal diametro del lanciatore e della carenatura protettiva (o, nel caso dello Shuttle, dalle dimensioni del vano di carico).

Questa sperimentazione serve a raccogliere dati ed esperienza nell’uso di moduli espandibili in preparazione per l’adozione di questi moduli per le future stazioni spaziali e per i veicoli interplanetari con equipaggio, che necessitano di ambienti abitabili più ampi di quelli possibili con i moduli rigidi.

L’espansione del BEAM rivela infatti alcuni problemi: invece di durare circa 45 minuti come previsto richiede due giorni di lento pompaggio di aria, seguito da pause di attesa, perché il modulo, restando in configurazione compatta per molto tempo (15 mesi prima del lancio, 10 in più del previsto), ha acquisito una sorta di memoria di forma e resiste più del previsto all’iniezione di aria per espanderlo, per cui si “gonfia” molto più gradatamente di quel che si pensava [Business Wire].

May28-2016_BEAMexpansion.jpg

Espansione deI modulo BEAM. Le strutture triangolari negli angoli inferiori delle immagini sono un dettaglio della “mano” del braccio robotico della Stazione Spaziale Internazionale, sul quale è montata la telecamera che ha acquisito questa sequenza.

2016/05/27

27 maggio

2016/05/27 – SpaceX lancia Thaicom-8; terzo atterraggio su nave del primo stadio


SpaceX mette in orbita il satellite per telecomunicazioni Thaicom-8 ed effettua il rientro e atterraggio morbido del primo stadio del suo vettore Falcon 9 sulla nave di recupero automatizzata Of Course I Still Love You nell’Oceano Atlantico. È il terzo atterraggio consecutivo su nave effettuato con successo da SpaceX [SFN].

2016/05/26

26 maggio

1969/05/26 - Rientro di Apollo 10


Ammaraggio nell’Oceano Pacifico di Apollo 10, di ritorno da una prova generale dell’allunaggio, in una missione durata 192 ore [NASA; Astronautix; NHO].

May26-1969_apollo10_splashdown-S69-21037.jpg

Il modulo di comando di Apollo 10 galleggia nel Pacifico mentre uno dei membri del suo equipaggio viene sollevato con un verricello e portato a bordo di un elicottero di recupero.


1980/05/26


Bertalan Farkas diventa il primo ungherese nello spazio, decollando con la Soyuz-36 e raggiungendo la stazione sovietica Salyut-6 [ESA; SSA; GA].


1981/05/26


Atterraggio della Soyuz-T4 di ritorno dalla stazione Salyut-6: a bordo ci sono Kovalenko e Savinykh, che hanno trascorso 75 giorni nello spazio [SSA].

2016/05/25

25 maggio

2011/05/25 - Addio a Spirit su Marte


Dopo due anni di tentativi di liberare il rover marziano denominato Spirit, incagliato in una zona di terreno morbido e con una delle sue sei ruote già fuori uso da tempo, la NASA termina la missione del veicolo, progettato per durare 90 giorni e rimasto attivo invece oltre sette anni [NASA].


2012/05/25 - Primo rifornimento commerciale di una stazione spaziale


Per la prima volta una capsula cargo di rifornimento commerciale raggiunge la Stazione Spaziale Internazionale: la Dragon di SpaceX, lanciata il 22 maggio 2012, arriva alla Stazione, dove viene catturata dagli astronauti della Stazione usando il braccio robotico dell’avamposto spaziale [NASA].

2016/05/24

24 maggio

1962/05/24 - Secondo volo orbitale degli Stati Uniti con Scott Carpenter


Viene effettuata la missione statunitense Mercury-Atlas 7, che dura complessivamente poco meno di cinque ore e compie tre orbite intorno alla Terra. Scott Carpenter diventa il secondo astronauta statunitense a orbitare intorno alla Terra e il primo a mangiare nello spazio, ma una serie di guasti a bordo della capsula Aurora 7 e di distrazioni ed errori dell’astronauta mettono a rischio la riuscita della missione e l’incolumità di Carpenter, che non volerà mai più nello spazio.

Fonti: NASA; NHO; AST; GA; CriticalPast (video); NASA.

2016/05/22

22 maggio

1906/05/22


I fratelli Wright ottengono un brevetto sulla loro “macchina volante” [Smithsonian].


2012/05/22


Lancio dalla base di Cape Canaveral di un vettore Falcon 9 che trasporta una capsula Dragon per il primo volo commerciale di rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale: vettore e capsula sono stati realizzati e gestiti dalla società privata SpaceX [NASA].


2016/05/22


L’India effettua il suo primo lancio di un veicolo spaziale alato riutilizzabile senza equipaggio, il Reusable Launch Vehicle-Technology Demonstrator (RLV-TD), lungo 6,5 metri e con una massa di circa 1500 kg, che effettua un volo suborbitale, raggiungendo la quota massima di 65 km e rientrando nell’atmosfera terrestre a circa cinque volte la velocità del suono per poi ammarare nel Golfo del Bengala al termine di un volo durato in tutto 770 secondi [Space.com; Gizmodo].

May22-2016-india-space-plane-1.jpg

Il veicolo indiano RLV-TD prima del decollo. Credit: ISRO.

2016/05/20

20 maggio

1910/05/20


La Terra attraversa la coda della Cometa di Halley, che viene fotografata per la prima volta [Ianridpath.com].

2016/05/18

18 maggio

2014/05/18


Muore a 68 anni, a causa di un cancro renale, Wubbo J. Ockels. Aveva volato nello spazio nel 1985, come primo astronauta olandese, a bordo dello Shuttle Challenger per la missione STS-61A, la prima a trasportare otto membri d’equipaggio [CollectSpace; NASA].

2016/05/17

2017/05/17 - Muore a 82 anni il cosmonauta Viktor Gorbatko

Muore a Mosca, a 82 anni, Viktor Vasiliyevich Gorbatko, cosmonauta delle missioni Soyuz-7 (1969), Soyuz-24 (1997) e Soyuz 36/37 (1980). Aveva trascorso nello spazio complessivamente 30 giorni e 12 ore.




Fonti: Spacefacts, Rbc.ru.

2016/05/16

16 maggio

1991/05/18


Decollo da Baikonur della Soyuz TM-12, che porta nello spazio e alla stazione spaziale sovietica Mir Anatoli Artsebarsky, Sergei Krikalyov e Helen Sharman, prima cittadina britannica a volare nello spazio. Il collasso dell’Unione Sovietica lascerà Krikalyov intrappolato sulla Mir per un totale di 311 giorni [Spacefacts].

2016/05/14

14 maggio

1973/05/14 - Lancio della stazione spaziale Skylab


Da Cape Kennedy viene lanciato alle 13:30 ET il grande laboratorio spaziale americano Skylab, portato in orbita da un vettore Saturn V. Ha una cubatura interna di circa 300 metri cubi.





Video del decollo:



Durante l'arrampicata verso lo spazio, le sollecitazioni aerodinamiche strappano via uno dei grandi pannelli solari, racchiusi dentro una carenatura, che dovrebbero alimentare lo Skylab. Il danno obbligherà gli astronauti, lanciati successivamente, a difficili operazioni di riparazione.

Per aiutare gli astronauti a impratichirsi con i vari sistemi del laboratorio, viene costruita una copia in grandezza naturale dello Skylab presso il Building 5 del Johnson Space Center, a Houston. Verrà poi trasferito allo Space Center Houston, un'esposizione aperta al pubblico (Spacecenter.org).

2016/05/13

13 maggio

1964/05/13


Viene effettuato il lancio di prova del Transonic Abort per il programma Apollo: un simulacro (boilerplate) di una capsula Apollo viene lanciata da un razzo Little Joe II per verificare la modalità di interruzione d’emergenza (abort) del decollo a velocità transonica [AST].

May13-1964_Apollo-transonic-abort-test.jpg

Decollo del razzo Little Joe II per il Transonic Abort Test Flight.

2016/05/12

12 maggio

2009/05/12


Lo Shuttle Atlantis viene fotografato durante un transito davanti al Sole [NHO].

May12-2009_Atlantis.jpg

Atlantis, in orbita intorno alla Terra, passa davanti al Sole.

2016/05/10

10 maggio

1963/05/10


Il progetto West Ford (o Project Needles) lancia in orbita milioni di sottilissimi dipoli di rame, creando un ripetitore ionosferico artificiale per le comunicazioni [NASA].

2016/05/07

2017/05/07 – X-37B stabilisce record di volo con ritorno (718 giorni)

Lo spazioplano militare statunitense senza equipaggio X-37B rientra presso lo Shuttle Landing Facility presso il Kennedy Space Center, in Florida, dopo 718 giorni di volo in orbita terrestre per la missione OTV-4. È il primo atterraggio planato di un veicolo spaziale presso il KSC dal termine del programma Shuttle, a luglio 2011.

È il quarto volo dell’X-37B, costruito dalla Boeing e lungo poco meno di 9 metri. È però il primo volo ad atterrare in Florida: gli altri erano partiti da Cape Canaveral, lanciati verticalmente da un razzo vettore, ed erano rientrati alla base militare di Vandenberg, in California.

La missione, il cui scopo è segreto, stabilisce un nuovo record di durata per un volo spaziale effettuato da un veicolo che ritorna atterrando come un aereo.





Fonti: Space.com; Space.com; SFN.

2016/05/05

5 maggio

Voce in lavorazione.

1961/05/05 – Alan Shepard diventa il primo americano nello spazio

9:34 ET: lancio di un razzo Redstone che trasporta una capsula Mercury, battezzata Freedom 7, nella quale Alan Shepard compie un volo spaziale suborbitale, diventando così il primo americano e il secondo essere umano al mondo (dopo Yuri Gagarin 23 giorni prima) a raggiungere lo spazio.

Il volo dura 15 minuti, porta Shepard a 187 km di quota, lo sottopone a un picco di 11 g di accelerazione e termina nell’Oceano Atlantico, dove l’astronauta e la capsula vengono recuperati da un elicottero e portati a bordo della portaerei USS Lake Champlain. La missione viene trasmessa in diretta televisiva.

Il giorno del lancio, il decollo viene posticipato più volte, accumulando un ritardo di quattro ore, tanto che Shepard è costretto a chiedere di essere estratto dalla capsula per orinare; il centro di lancio, sapendo che l’estrazione avrebbe richiesto un tempo eccessivo, gli ordina di orinare dentro la propria tuta, cosa che l’astronauta fa, dopo aver chiesto di togliere l’alimentazione elettrica ai sensori biomedici (per evitare corti circuiti), anche se non indossa un pannolone perché nessuno ha pensato che ne servisse uno per un volo di soli quindici minuti [NASA; Advances in Physiology Education; NASA].

2016/05/04

4 maggio

1989/05/04 - STS-30: decollo dello Shuttle Atlantis


Ha inizio la missione STS-30 dello Shuttle: l'Atlantis porta nello spazio la sonda Magellan, diretta verso Venere.

2016/05/03

2007/05/03 - Muore l'astronauta Wally Schirra

Muore a La Jolla, in California, l'astronauta Wally Schirra.

2003/05/03 - Rientro della Soyuz TMA-1: Budarin, Bowersox, Pettit

Rientro a Terra della Expedition 6, composta dal comandante Ken Bowersox, dall’ingegnere di volo Nikolai Budarin e dall’ingegnere di volo Donald Pettit, dopo 159 giorni a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Arrivati a bordo della Stazione con lo Shuttle Endeavour (STS-113) a novembre 2002, dovevano restare in orbita per quattro mesi ed essere recuperati dallo Shuttle Atlantis, ma il disastro dello Shuttle Columbia l’1 febbraio 2003 ha obbligato alla sospensione di tutti i voli degli Shuttle e quindi la Expedition 6 rientra con una Soyuz russa.

Bowersox e Pettit diventano così i primi astronauti americani a tornare sulla Terra con un veicolo russo (anche se un privato cittadino americano, Dennis Tito, lo aveva già fatto come “turista spaziale” nel 2001).

L'atterraggio avviene circa 760 km a ovest rispetto al punto previsto e il contatto radio con gli aerei di recupero viene stabilito quasi tre ore dopo l'arrivo al suolo, quando l'equipaggio si è già estratto da solo dal veicolo.




Fonti: NASA; NASA; NASA.

2016/05/02

2 maggio

1946/05/02 – Primo studio per un veicolo orbitale


Il Project RAND statunitense presenta il documento Preliminary Design of an Experimental World-Circling Spaceship (SM-11827), che esamina la fattibilità tecnica di un veicolo spaziale orbitante. Un aggiornamento al documento, pubblicato nove mesi dopo, contiene una delle profezie più significative della storia dell’astronautica: “Dato che la padronanza degli elementi è un indicatore attendibile di progresso materiale, la nazione che per prima otterrà successi significativi nei viaggi spaziali verrà riconosciuta come leader mondiale nelle tecniche militari e scientifiche. Per comprenderne l’impatto sul mondo, si può immaginare la costernazione e l’ammirazione che verrebbero sentite qui se gli Stati Uniti scoprissero improvvisamente che qualche altra nazione ha già messo in orbita con successo un satellite.” [RAND; Roger Launius; Project1947; NHO].


1957/05/02 – Nasce l’astronauta Dom Gorie


Nasce a Lake Charles, in Louisiana, Dominic Lee Pudwill Gorie (Dom Gorie). Verrà selezionato come astronauta dalla NASA nel 1994 e volerà nello spazio nel 1998 (pilota Shuttle STS-91), nel 2000 (pilota Shuttle STS-99), nel 2001 (comandante, STS-108) e nel 2008 (STS-123) [NASA; NHO; NHO].


1975/05/02 – Nasce l’astronauta Dottie Metcalf-Lindenburger


Nasce a Colorado Springs, in Colorado, Dorothy Metcalf-Lindenburger (Dottie Metcalf-Lindenburger, @AstroDot). Verrà selezionata dalla NASA come specialista di missione nel 2004 e volerà nello spazio nel 2010 con la missione Shuttle STS-131 [NASA; NASA; NHO].

2017/05/02 – Primo lancio militare di SpaceX

SpaceX colloca in orbita il satellite militare NROL-76 e fa rientrare e atterrare sulla terraferma, a Cape Canaveral in Florida, il primo stadio del vettore Falcon 9. Per SpaceX è il primo lancio militare [Disinformatico].

2016/05/01

1 maggio

1925/05/01 – Nasce l’astronauta Scott Carpenter


Nasce a Boulder, in Colorado, Malcolm Scott Carpenter (Scott Carpenter). Verrà selezionato nel primo gruppo di sette astronauti del programma spaziale statunitense nel 1959 e volerà nello spazio nel 1962 con una capsula Mercury (Aurora 7), effettuando il secondo volo orbitale di un astronauta degli Stati Uniti. Morirà il 10 ottobre 2013 a 88 anni [NASA; NHO; Time; ScottCarpenter.com].


1949/05/01 – Scoperta di Nereide, satellite di Nettuno


L’astronomo Gerard Kuiper scopre Nereide, luna di Nettuno. Sarà l’ultima scoperta di un satellite nettuniano per i successivi 40 anni, fino all’arrivo della sonda Voyager 2 [NASA; NHO; Universe Today].


1958/05/01 – Annunciata la scoperta delle fasce di Van Allen


Viene effettuato il primo annuncio pubblico della scoperta delle fasce di radiazioni intorno alla Terra che verranno poi denominate fasce di Van Allen, in un articolo dell’astrofisico James Van Allen presentato a una sessione congiunta della American Physical Society e della National Academy of Sciences. La scoperta deriva dai dati raccolti dal satellite Explorer 1 [James Van Allen: the First Eight Billion Miles di Abigail Foerstner (2009), pag. 184; NASA; Uiowa.edu; NHO; NASA].


1960/05/01 – Aereo-spia USA abbattuto sopra l’Unione Sovietica: crisi internazionale


Durante uno dei voli segreti di spionaggio della CIA sopra l’Unione Sovietica, effettuati a partire dal 1956, un ricognitore militare d’altissima quota U-2, ritenuto invisibile ai radar e inattaccabile da aerei o missili sovietici, viene invece abbattuto. Il pilota, Francis Gary Powers, si salva e viene catturato. 

L’episodio scatena una crisi internazionale: gli Stati Uniti inizialmente negano che si sia trattato di un volo militare e presentano foto false di un U-2 con insegne NASA, dicendo che Powers stava semplicemente effettuando ricerche meteorologiche per la NASA ed era andato fuori rotta. Ma i sovietici rivelano di avere i rottami dell’aereo, che contengono una fotocamera fissa da ricognizione, inequivocabilmente adatta a scattare foto ad altissima risoluzione del territorio sorvolato, e informazioni sulla sua rotta prevista, che attraversa profondamente l’Unione Sovietica.

Un vertice per la pace USA-URSS viene compromesso e l’invito al presidente americano Eisenhower di recarsi a Mosca viene ritirato. Powers verrà processato per spionaggio, condannato a 10 anni di reclusione e incarcerato in Russia. Sarà rilasciato a febbraio del 1962 in uno scambio con una spia sovietica, Rudolf Abel.

L’incidente affretta la fine dei voli di ricognizione americani sopra la Russia e spinge gli Stati Uniti a ricorrere ai satelliti spia [BBC; State.gov; Mental Floss; Smithsonian].


1979/05/01 – Prima prova dello Shuttle Enterprise sulla rampa di lancio


L’Enterprise, primo esemplare di Shuttle, costruito per effettuare soltanto voli di planata in atmosfera e collaudi statici e dimensionali, viene collocato per la prima volta sulla piattaforma mobile di lancio alla celebre Rampa 39A [SSA].


2001/05/01 – STS-100: atterraggio a Edwards


Atterraggio dello Shuttle Endeavour alla base militare Edwards al termine della missione STS-100 che ha visitato la Stazione Spaziale Internazionale [SSA].

2016/04/30

30 aprile

1954/04/30 – Collier’s pubblica un numero illustrato sull’esplorazione di Marte


Negli Stati Uniti, Collier’s Magazine pubblica un numero speciale dedicato ai viaggi spaziali verso Marte e alle ipotesi sulla vita marziana. Le spettacolari illustrazioni di Chesley Bonestell e Fred Freeman che accompagnano gli articoli scritti da Willy Ley e Wernher von Braun entusiasmeranno e ispireranno numerosissimi giovani a diventare scienziati, ricercatori e astronauti e saranno il fondamento dell’iconografia spaziale del periodo [NHO; Roger Launius; UNZ.org; Space Stuff].

Apr30-1954_colliers-mars_mediumres.jpg

La copertina di Collier’s del 30 aprile 1954, disegnata da Chesley Bonestell.


1957/04/30 – Nasce l’astronauta Duane Carey


Nasce a Saint Paul, in Minnesota, Duane Gene Carey (Duane Carey, “Digger”). Verrà selezionato dalla NASA come astronauta nel 1996 e volerà nello spazio nel 2002 con la missione Shuttle STS-109 (Columbia) come pilota del veicolo. [NHO; NASA].




1976/04/30 – Nasce l’astronauta Victor Glover


Nasce a Pomona, in California, Victor Jerome Glover (Victor Glover, @VicGlover). A 37 anni, nel 2013, verrà selezionato dalla NASA come astronauta; sarà l’unica persona di colore nel gruppo dei selezionati [BET; NASA; NHO].




2004/04/30 – Soyuz TMA-3: atterraggio


La Soyuz TMA-3 atterra in Kazakistan alle 00:11:15 UTC, riportando sulla Terra Michael Foale (Stati Uniti), Alexander Kaleri (Russia) e André Kuipers (ESA, Olanda) dopo 195 giorni nello spazio, 193 dei quali sono stati trascorsi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale in condizioni difficili a causa della sospensione dei voli Shuttle dopo il disastro del Columbia. La sopravvivenza della Stazione dipende totalmente dai rifornimenti russi [NHO; Spacefacts; Russian Space Web].

2016/04/29

29 aprile

1953/04/29 – Nasce il cosmonauta Nikolai Budarin


Nasce a Kirya, in Russia, Nikolai Mikhailovic Budarin (Nikolai Budarin). Verrà selezionato come cosmonauta nel 1989 e volerà nello spazio nel 1995 con lo Shuttle Atlantis (STS-71), visitando la stazione spaziale russa Mir e tornando sulla Terra dopo 75 giorni a bordo della Soyuz TM-21. Nel 1998 visiterà di nuovo la Mir partendo con la Soyuz TM-27 e rientrando con lo stesso veicolo dopo 207 giorni. Nel 2002 resterà nello spazio per 161 giorni, partendo con lo Shuttle Endeavour (STS-113), vivendo a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e tornando sulla Terra con la Soyuz TMA-1 (rientro balistico). 

Nella sua carriera effettuerà in totale otto passeggiate spaziali, una delle quali avrà un’emergenza che obbligherà a un frenetico rientro a bordo; una nona, da svolgere nel 2003, verrà annullata per motivi medici addotti dalla NASA ma negati dalle autorità russe [NASA; Energia; NHO; James Oberg].


1985/04/29 – STS-51B: decollo con lo SpaceLab


Lancio dello Shuttle Challenger per la missione STS-51B, la diciassettesima del programma Shuttle, che porta in orbita il modulo europeo Spacelab-3 per una missione di sette giorni [NHO].


1990/04/29 – STS-31: atterraggio dello Shuttle Discovery dopo la messa in orbita del telescopio Hubble


Dopo cinque giorni di volo nello spazio, nei quali ha collocato in orbita il telescopio spaziale Hubble, lo Shuttle Discovery atterra sulla pista della base militare Edwards [NASA].

2016/04/28

2016/04/28 – Primo lancio dal centro spaziale russo di Vostochny

Con il lancio di un vettore Soyuz-2 che porta in orbita due satelliti scientifici principali e un nanosatellite, debutta il nuovo centro spaziale russo di Vostochny, situato nella zona orientale della Federazione Russa e costruito fra molte controversie per risolvere il problema della dipendenza russa dal Kazakistan per i lanci spaziali: lo storico poligono di Baikonur, infatti, con la caduta e la dissoluzione dell’Unione Sovietica si trova ora nel territorio di un altro stato (il Kazakistan, appunto), che si fa pagare economicamente e politicamente per lo sfruttamento del centro spaziale [Russian Space Web].


Primo lancio spaziale dal nuovo cosmodromo russo di Vostochny.

2001/04/28 – Dennis Tito diventa il primo “turista spaziale”

Dennis Tito, un ex ingegnere aerospaziale della NASA diventato poi imprenditore milionario, è la prima persona a pagarsi privatamente un volo spaziale: decolla con la Soyuz TM-32, insieme a Talgat Musabayev e Yury Baturin, verso la Stazione Spaziale Internazionale, dove rimane per sei giorni. Volo e addestramento gli sono costati in tutto 20 milioni di dollari.

La NASA si è opposta al suo volo perché ritenevano insufficiente il suo addestramento in caso di emergenza, rendendo Tito un “fardello” aggiuntivo per gli altri membri dell’equipaggio della Stazione [Britannica; Space.com].

1961/04/28 – LJ-5B: secondo collaudo del sistema d’emergenza delle Mercury

A Wallops Island viene provato per la seconda volta il sistema a razzo d’emergenza (Launch Escape Tower) dei veicoli statunitensi Mercury che dovranno portare un astronauta nello spazio.

Il primo tentativo, effettuato il 18 marzo 1961, è fallito: il razzo d’emergenza si è acceso in anticipo e non è riuscito ad allontanare la capsula dal razzo principale (per questi test, un Little Joe).

In questo secondo tentativo il razzo si accende regolarmente, ma la traiettoria è troppo bassa e le pressioni aerodinamiche sono superiori al previsto.

La capsula Mercury usata per questi test si trova ora al museo Smithsonian [NASA Wallops; Smithsonian].

1957/04/28 – Nasce l’astronauta Léopold Eyharts

Nasce a Biarritz, in Francia, Léopold Eyharts, futuro astronauta dell’ESA. Volerà nello spazio nel 1998 a bordo della Soyuz TM-27, visitando la stazione Mir per venti giorni; tornerà poi nello spazio con la missione Shuttle STS-122 nel 2008 [ESA; NHO].

1956/04/28 – Nasce l’astronauta Paul Lockhart

Nasce ad Amarillo, in Texas, Paul Scott Lockhart (Paul Lockhart, “Paco”). Verrà selezionato dalla NASA come astronauta nel 1996. Volerà nello spazio con la missione Shuttle STS-111 (Endeavour, giugno 2002) e di nuovo con la missione STS-113 (Endeavour, novembre 2002), totalizzando 27 giorni e 15 ore di volo spaziale [NASA; NHO; Spacefacts].

1949/04/28 – Nasce l’astronauta Jay Apt

Nasce a Springfield, in Massachusetts, Jay Apt. Volerà nello spazio con la missione Shuttle STS-37 nel 1991, con la missione Shuttle STS-47 nel 1992, con la missione STS-59 nel 1994 e con la missione STS-79 nel 1996, totalizzando 35 giorni nello spazio e quasi 11 ore di passeggiata spaziale [NASA; NHO; OrbitExperience.com].

1943/04/28 – Nasce l’astronauta John Creighton

Nasce a Orange, in Texas, John Oliver Creighton (John Creighton). Verrà selezionato dalla NASA come astronauta nel 1978 e volerà nello spazio nel 1985 con la missione Shuttle STS-51G. Tornerà in orbita nel 1990 con la missione Shuttle STS-36 e nel 1991 con la missione Shuttle STS-48 [NASA; Archive.org; NHO].

1900/04/28 – Nasce l’astronomo Jan Oort

Nasce l’astronomo olandese Jan Oort. Da lui prenderà nome la nube di Oort, l’ipotetica regione di spazio grosso modo sferica, fra 0,3 e 1,5 anni luce dal Sole, nella quale risiede un numero elevatissimo di comete.

Oort proporrà quest’ipotesi nel 1950, riprendendo un’idea dell’astronomo estone Ernst Öpik, per spiegare l’apparente paradosso del fatto che dallo spazio profondo c’è un continuo arrivo nel sistema solare interno di comete, nonostante siano antiche quanto il sistema solare e quindi dovrebbero esaurirsi man mano che vengono erose e distrutte dai passaggi vicino al Sole. Questo afflusso, inoltre, proviene uniformemente da ogni direzione [NASA].

2016/04/27

2017/04/27 - Primo rifornimento di propellente nello spazio con Tianzhou 1

La Cina annuncia di aver effettuato il primo rifornimento di propellente in orbita fra la stazione Tiangong e il veicolo cargo automatico Tianzhou 1.

2012/04/27 - Rientro della Soyuz TMA-22: Shkaplerov, Ivanishin e Burbank

Rientrano dalla Stazione Spaziale Internazionale Anatoly Ivanishin, Anton Shkaplerov e Don Burbank, atterrando in Kazakistan a bordo della Soyuz TMA-22.





[NASA]

1972/04/27 – Apollo 16 torna a casa dalla Luna

La missione Apollo 16, che ha portato in orbita lunare Luna John Young, Charlie Duke e Ken Mattingly e ha visto Young e Duke allunare ed esplorare la superficie selenica, si conclude con un ammaraggio nell’Oceano Pacifico alle 20:44 ora italiana [Rainmaker1973; GA].


Un elicottero di recupero si appresta a trasportare Young, Duke e Mattingly alla vicina portaerei USS Ticonderoga.

1953/04/27 – Nasce l’astronauta Ellen Baker

Nasce a Fayetteville, in North Carolina, Ellen Louise Shulman Baker (Ellen Baker). Verrà selezionata dalla NASA come astronauta nel 1984. Volerà nello spazio nel 1989 (STS-34), nel 1992 (STS-50) e nel 1995 (STS-71), per un totale di 28 giorni [Spacefacts; NASA; Women Astronauts di Laura Woodmansee (2002); NHO].

1942/04/27 – Nasce il cosmonauta Valeri Polyakov

Nasce a Tula, in Unione Sovietica, Valeri Vladimirovich Polyakov (Valeri Polyakov). Si specializzerà in medicina astronautica e verrà selezionato come cosmonauta nel 1972.

Volerà nello spazio nel 1988 con la Soyuz TM-6, trascorrendo 240 giorni a bordo della stazione spaziale Mir, e poi di nuovo a 51 anni con la Soyuz TM-18, che lo porterà alla Mir per una permanenza di 437 giorni, stabilendo un record tuttora imbattuto come durata di una singola missione [Spacefacts; Wired; NHO; Ergonomics].

2016/04/26

2017/04/26 – Prima diretta TV UHD (4K) dallo spazio

Peggy Whitson, comandante della Expedition 51 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, effettua insieme a Jack Fischer la prima trasmissione televisiva in diretta streaming UHD, stabilendo il nuovo primato di risoluzione di un video trasmesso in diretta dallo spazio [NASA; comunicato stampa NASA].

Un fotogramma della diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale
a 3840x2160 pixel.

2003/04/26 – Primo volo con equipaggio dopo il disastro del Columbia

Alle 5:53 ora italiana decolla dal cosmodromo di Baikonur la Soyuz TMA-2, che porta alla Stazione Spaziale Internazionale Yuri Malenchenko (Russia) e Ed Lu (Stati Uniti).

Gli equipaggi delle Soyuz destinati alla Stazione sono stati ridotti a due membri in seguito al disastro dello Shuttle Columbia, avvenuto a febbraio 2003.

Malenchenko e Lu partono con il lutto al braccio e danno il cambio ai colleghi già a bordo della Stazione, ossia Ken Bowersox, Don Pettit e Nikolai Budarin, che hanno prolungato la propria permanenza di un mese [SSA; GA; NHO; GA].

1993/04/26 – STS-55: lo Shuttle Columbia riporta in orbita lo Spacelab

Decollo dal Kennedy Space Center dello Shuttle Columbia, che trasporta sette membri d'equipaggio: il comandante Steven R. Nagel, il pilota Terence T. Henricks, gli specialisti di missione Jerry L. Ross, Charles J. Precourt e Bernard A. Harris, Jr., e gli specialisti del carico Ulrich Walter e Hans Schlegel.

Nel vano di carico c’è, per la seconda volta, il laboratorio spaziale abitabile tedesco Spacelab, con 88 esperimenti di 11 paesi. Il lancio era stato rinviato più volte (in un caso a soli tre secondi dal decollo) a causa di una serie di problemi tecnici con lo Shuttle [NASA; GA; NHO].




1977/04/26 – Nasce l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti

Nasce a Milano Samantha Cristoforetti (Sam Cristoforetti, @astrosamantha). Diventerà capitano dell’aviazione militare italiana e nel 2009 verrà selezionata come astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea.

Volerà nello spazio il 23 novembre 2014 sulla Soyuz TMA-15M, raggiungendo la Stazione Spaziale Internazionale per effettuare la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana.

A causa di un problema con un veicolo di rifornimento Progress, la sua permanenza sulla Stazione verrà prolungata, con rientro l’11 giugno 2015, portando la durata complessiva del suo viaggio spaziale a 199 giorni e 16 ore e stabilendo il nuovo record femminile mondiale di durata di una singola missione spaziale [NHO; ESA; Spacefacts].

1971/04/26 – Stop alla quarantena per gli astronauti lunari

Il vicedirettore (Acting Administrator) della NASA George Low annulla le quarantene per le missioni lunari successive ad Apollo 14 [NHO; NASA].

1962/04/26 - Lancio del primo satellite spia, Zenit 2/Kosmos-4

L'Unione Sovietica mette in orbita intorno alla Terra lo Zenit 2/Kosmos-4, primo satellite di ricognizione fotografica (lo Zenit-1 era andato distrutto al decollo). La sua parentela stretta con la Vostok usata per i voli spaziali con equipaggi, dalla quale deriva, è molto evidente nelle fotografie successivamente rese pubbliche [Encyclopedia Astronautica; Space Review].

1962/04/26 – Primo impatto di un veicolo USA sulla Luna: Ranger 4

La sonda spaziale statunitense Ranger IV si schianta sulla faccia nascosta della Luna, diventando il primo veicolo americano a raggiungere un altro corpo celeste [NHO].

1962/04/26 – Primo lancio spaziale internazionale

Viene lanciato Ariel 1, un satellite di ricerca scientifica britannico per lo studio della ionosfera, a bordo di un razzo Thor-Delta statunitense. È la prima collaborazione internazionale in un volo spaziale [NASA; NHO].

2016/04/25

2002/04/25 – Yuri Gidzenko, l’italiano Roberto Vittori e il “turista” Shuttleworth nello spazio

Lancio di un vettore Soyuz che porta alla Stazione Spaziale Internazionale, a bordo della capsula Soyuz TM-34, il cosmonauta russo Yuri Gidzenko (comandante), l’astronauta italiano Roberto Vittori (ingegnere di volo) e l’imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth (partecipante al volo), secondo “turista spaziale” della storia.

Vittori è il primo italiano a volare a bordo di una Soyuz. Resteranno a bordo 8 giorni e rientreranno con la capsula Soyuz TM-33, che è attraccata alla Stazione da sei mesi [NASA; ESA; ESA; GA].

Roberto Vittori (al centro) nella sezione russa della Stazione Spaziale Internazionale.



1990/04/25 – Il telescopio Hubble viene liberato nello spazio

Il telescopio spaziale Hubble viene estratto dal vano di carico dello Shuttle Discovery, che lo ha portato in orbita, e viene rilasciato nello spazio. La delicatissima manovra avviene sfruttando il braccio robotico Canadarm dello Shuttle [SSA].

Il telescopio Hubble, al centro, viene rilasciato dal braccio robotico dello Shuttle Discovery.


1983/04/25 – Pioneer 10 supera l’orbita di Plutone

Dopo undici anni di viaggio, la sonda automatica statunitense Pioneer 10 oltrepassa l’orbita di Plutone, che però in quel momento si trova a una distanza dal Sole inferiore a quella di Nettuno. L’orbita di Nettuno verrà raggiunta dalla sonda un paio di mesi più tardi [Rainmaker1973; ABC News].

1972/04/25 – Apollo 16, passeggiata spaziale a 310.000 km dalla Terra

L’astronauta Ken Mattingly, a bordo del veicolo spaziale Apollo 16 di ritorno dalla Luna, effettua una rara attività extraveicolare nello spazio profondo, a 310.000 km dalla Terra [video].

1971/04/25 – Atterraggio d’emergenza della Soyuz-10

La capsula sovietica Soyuz-10 atterra a circa 120 km a nord-ovest di Karaganda, riportando sulla Terra Vladimir Shatalov, Aleksei Yeliseyev e Nikolai Rukavishnikov, reduci da un tentativo fallito di attracco alla stazione spaziale Salyut-1.

Vari problemi hanno costretto l’equipaggio a un rientro d’emergenza, che diventa il primo rientro notturno di un veicolo spaziale nella storia dell’astronautica. Durante il rientro, l’aria a bordo della Soyuz diventa tossica e Rukavishnikov perde conoscenza [SSA; Spacefacts; NASA].

1970/04/25 – Primo satellite cinese

Entra in orbita il primo satellite artificiale cinese, DFH-1 (Dongfanghong, che significa “L’Oriente è rosso”), lanciato da un vettore Lunga Marcia di costruzione cinese. Il satellite pesa 173 kg e trasmette via radio l’inno politico “L’Oriente è rosso” [Astronautix; Sven Grahn; Space Daily; audio dell’inno da Sven Grahn; ChinaCulture.org].

1967/04/25 – Primo volo di ricerca NASA dell’XB-70 Valkyrie

Il bombardiere strategico trisonico statunitense XB-70 Valkyrie effettua il suo primo volo di ricerca per conto della NASA [NHO].

1962/04/25 – Progetto Highwater: decine di tonnellate d’acqua rilasciate nella ionosfera

Lancio della missione SA-2: un vettore Saturn I decolla da Cape Canaveral per collaudare il primo stadio del veicolo in un volo suborbitale senza equipaggio. Al termine del collaudo del primo stadio, a circa 105 km di quota, delle cariche esplosive distruggono intenzionalmente il vettore, rilasciandone il carico: circa 87.000 litri d’acqua (109.000 secondo altre fonti), usati come zavorra per il collaudo e contenuti nel secondo e terzo stadio.

L’acqua si disperde a una quota compresa fra 105 e 145 km, formando una nube di ghiaccio di diversi chilometri di diametro. Lo scopo dell’esperimento, denominato Project Highwater, è osservare gli effetti del rilascio di propellenti nell’atmosfera in caso di esplosione in quota di un vettore, specificamente per quanto riguarda le trasmissioni radio e le condizioni meteorologiche [NASA; Miami News; NASA; NHO; video del decollo; Gunter’s Space Page].

1961/04/25 – Nasce l’astronauta belga Frank de Winne

Nasce a a Ghent, in Belgio, Frank de Winne. Volerà nello spazio per la prima volta nel 2002 (Soyuz TMA-1) e tornerà in orbita nel 2009 (Soyuz TMA-15), visitando la Stazione Spaziale rispettivamente per 10 giorni e per 187 giorni. Nel 2012 diventerà direttore del Centro Astronautico Europeo (EAC) [Spacefacts; ESA; ESA].

1961/04/25 – Mercury-Atlas 3 distrutto in volo

Lancio senza equipaggio di una capsula Mercury a bordo di un vettore Atlas per la missione Mercury-Atlas 3. Il vettore viene distrutto dopo 43 secondi di volo perché va fuori traiettoria. Involontariamente questo insuccesso dimostra per la prima volta il funzionamento del sistema di salvataggio d’emergenza della capsula Mercury [NHO; NHO; video].

2016/04/24

SPECIALE: 24 aprile 1967 - Vladimir Komarov muore al rientro dallo spazio

Il 24 aprile 1967 il cosmonauta Vladimir Komarov muore nello schianto al suolo della sua Soyuz-1 al termine del rientro dallo spazio. È il primo incidente mortale durante un volo spaziale.

Komarov, che aveva già volato nello spazio con la Voskhod 1, è stato scelto per pilotare il nuovo veicolo spaziale dell'Unione Sovietica, la Soyuz. Ma il veicolo è stato realizzato in fretta, sotto la pressione dei politici che vogliono a tutti i costi un nuovo successo di propaganda spaziale: il 1967 è il cinquantenario della Rivoluzione Bolscevica ed è il decennale del lancio del primo satellite, lo Sputnik, ma sono passati due anni dall'ultimo volo spaziale con equipaggio dell'Unione Sovietica (la Voskhod 2, a marzo del 1965).

Il volo della Soyuz 1, che è partito dal cosmodromo di Baikonur il 23 aprile, è stato concepito come un'altra tappa trionfale della conquista sovietica del cosmo: un altro veicolo sovietico, con tre cosmonauti a bordo, avrebbe dovuto raggiungere Komarov in orbita, per poi effettuare un rendez-vous spettacolare. Ma un comunicato congiunto dell'agenzia di stampa TASS e di Radio Mosca annuncia concisamente che "Il cosmonauta Vladimir Komarov è deceduto durante il completamento del volo di collaudo del veicolo spaziale Soyuz 1". Il lancio del secondo equipaggio, già annunciato, viene annullato.

I dettagli della tragedia verranno resi noti in seguito, ma solo gradualmente, nell'arco di quasi trent'anni. All'inizio viene fatto credere che per la Soyuz 1 si sia trattato soltanto di un difetto del paracadute di atterraggio, che non si è aperto correttamente e non ha frenato la capsula, che quindi è precipitata a velocità elevatissima, uccidendo il cosmonauta all'impatto con il suolo in Kazakistan al termine di una missione eseguita senza problemi. Ma la realtà è ben diversa.

I guai al veicolo sono iniziati subito: uno dei due pannelli solari che alimentano la Soyuz-1 non si è aperto, dimezzando l'energia disponibile a bordo. Il pannello che non si è aperto ha ostruito i sensori ottici necessari per conoscere l'assetto del veicolo, orientarlo e stabilizzarlo. Komarov ha tentato di correggere il problema, ma il propellente di manovra rischiava di esaurirsi e le batterie non si caricavano a sufficienza.

Il Controllo Missione ha deciso di far rientrare Komarov in anticipo, alla diciassettesima orbita, dopo un giorno nello spazio. Ma i sistemi di bordo non hanno collaborato, anche a causa dell'asimmetria inattesa della Soyuz - 1 (che aveva un pannello solare chiuso e uno aperto), e hanno interrotto la manovra di rientro avviata da Komarov. Da terra sono state inviate nuove istruzioni per ritentare il rientro alla diciannovesima orbita.

Anche il secondo tentativo di rientro ha avuto problemi: l'asimmetria del veicolo lo ha fatto deviare dalla traiettoria prevista e i sistemi automatici se ne sono accorti e hanno quindi interrotto l'accensione del motore di rientro.

L'effetto combinato delle due manovre parziali di rientro è stato comunque sufficiente a far ricadere il veicolo spaziale nell'atmosfera e i moduli della Soyuz-1 si sono separati correttamente, lasciando la capsula di discesa, contenente Komarov, libera di rientrare, usando lo scudo termico per frenare. Ma il paracadute pilota, che avrebbe dovuto estrarre quello principale, non lo ha fatto. La Soyuz-1 è dotata di un paracadute di riserva, che è stato azionato ma si è ingarbugliato nei cavi del paracadute pilota, per cui la capsula è precipitata praticamente in caduta libera. È presumibile che Komarov abbia avuto il tempo di rendersi conto del malfunzionamento e della propria fine imminente.

Lo schianto al suolo è stato violentissimo: la capsula, alta circa due metri, si è ridotta a un ammasso metallico alto 70 centimetri e i razzi di frenata sono esplosi, distruggendo quel poco che restava. Di Komarov sono rimasti soltanto frammenti carbonizzati.

Quel che resta della Soyuz 1 e di Vladimir Komarov.


Le indagini sul disastro riveleranno che il sistema dei paracadute era intrinsecamente difettoso e non era mai stato collaudato nel suo complesso, e che anche il veicolo gemello, la Soyuz-2, aveva lo stesso difetto: se fosse stato lanciato, i suoi cosmonauti avrebbero fatto la fine di Komarov.

Passerà un anno e mezzo, fino a ottobre del 1968, prima che una Soyuz torni a volare nello spazio. La Soyuz, rimodernata e riprogettata, diventerà uno dei veicoli più affidabili e longevi della storia spaziale, con cinquant'anni di attività. Ma prima di arrivare a questo traguardo chiederà un altro tributo di sangue: la Soyuz-11, nel giugno del 1971.









Fonti: Space Safety Magazine; Russian Space Web; David Shayler, Disasters and Accidents in Manned Spaceflight, p. 371; NASA.