2016/03/02

2 marzo

1972/03/02


Viene lanciata dal Kennedy Space Center Pioneer 10, la prima sonda spaziale destinata a visitare i pianeti esterni del sistema solare. Sarà anche la prima ad attraversare la fascia degli asteroidi, a raggiungere Giove e Saturno, a oltrepassare l’orbita di Plutone e a uscire dal Sistema Solare; la sua missione scientifica durerà 25 anni [Space.com; NASA].


1978/03/02


Decollo della Soyuz 28, che porta in orbita e alla stazione spaziale Salyut 6 i cosmonauti Aleksei Gubarev e Vladimir Remek. Si tratta del primo equipaggio di un veicolo spaziale sovietico con un membro non sovietico (Remek è cecoslovacco), nell’ambito del programma Interkosmos, e del primo volo di un astronauta di un paese diverso da Unione Sovietica o Stati Uniti [NASA; Spacefacts].


1995/03/02


Decollo della missione Shuttle STS-67: l’Endeavour porta nello spazio Stephen S. Oswald, comandante; William G. Gregory, pilota; Tamara E. Jernigan, comandante del carico; John M. Grunsfeld e Wendy B. Lawrence, specialisti di missione; e Ronald A. Parise e Samuel T. Durrance, specialisti del carico. La missione trasporta telescopi per l’osservazione astronomica nell’ultravioletto (impossibile da Terra a causa del filtraggio prodotto dall’atmosfera) ed è la prima a essere collegata a Internet. Il volo stabilirà temporaneamente il nuovo record di durata per una missione Shuttle [NASA].


2004/03/02


Partenza dal centro spaziale di Kourou, in Guyana Francese, della sonda spaziale europea Rosetta, destinata a incontrare la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko il 6 agosto 2014 e ad atterrarvi con il modulo robotico Philae il 12 novembre 2014. Rosetta sarà la prima sonda ad entrare in orbita intorno a una cometa e Philae sarà il primo veicolo ad effettuare un atterraggio morbido sul nucleo di una cometa. Durante i dieci anni di viaggio, Rosetta incontrerà anche due asteroidi: 2867 Šteins a settembre del 2008 e 21 Lutetia a luglio del 2010 [ESA; ESA].


2016/03/02


Rientro della Soyuz TMA-18M, che riporta sulla Terra Sergei Volkov, Mikhail Kornienko e Scott Kelly da una permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Kelly e Kornienko hanno stabilito il nuovo record di durata di una singola permanenza a bordo della Stazione, con 340 giorni.

Kelly si aggiudica anche il nuovo record statunitense di tempo complessivo trascorso nello spazio (520 giorni, includendo le sue tre missioni precedenti) e quello statunitense di durata di una singola missione, ma non quello mondiale: davanti a lui, infatti, ci sono altri quattro cosmonauti che hanno totalizzato oltre un anno di permanenza in una singola missione (Vladimir Titov e Musa Manarov, con 365 giorni fra il 1987 e il 1988; Sergei Avdeyev, con 379 giorni fra il 1998 e il 1999; e Valery Polyakov, con 437 giorni fra il 1994 e il 1995) [Space.com; SFN; NASA].

Mar02-2016-scott-kelly-returns.jpg
Scott Kelly poco dopo l’estrazione dalla capsula Soyuz. Credit: NASA/Bill Ingalls.