2016/01/15

15 gennaio

1969/01/15 – Decollo della Soyuz 5


Lancio da Baikonur della missione sovietica Soyuz 5, con a bordo Boris Volynov (comandante), Aleksei Yeliseyev (ingegnere di volo) e Yevgeny Khrunov (ingegnere di ricerca), per raggiungere in orbita terrestre la Soyuz 4 lanciata il giorno precedente. Volynov è il primo ebreo a volare nello spazio [The First Soviet Cosmonaut Team, Colin Burgess e Rex Hall, pag. 72; Zarya; Spacefacts].


1976/01/15 – Decollo di Helios B


Lancio della sonda Helios B in orbita eliocentrica per studiare il Sole [NHO].


2001/01/15 – Stardust sfiora la Terra


La sonda Stardust effettua un passaggio ravvicinato (flyby) vicino alla Terra lungo la propria traiettoria verso la cometa Wild 2 [NHO].


2006/01/15 – Stardust riporta sulla Terra particelle di cometa


La sonda Stardust fa rientrare sulla Terra, nello Utah, la capsula che contiene i campioni di particelle cometarie e interstellari che ha raccolto nei suoi sette anni di viaggio nello spazio [NASA; Space.com].


2016/01/15 – Prima passeggiata spaziale di un astronauta del Regno Unito


Tim Peake, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, effettua la prima passeggiata spaziale di un astronauta inviato nello spazio dal governo del Regno Unito ed è quindi il primo a indossare la bandiera britannica sulla tuta per attività extraveicolari. Tuttavia non è il primo cittadino britannico ad effettuare una passeggiata spaziale: prima di lui ci sono stati Michael Foale (STS-63, 1995), Piers Sellers (STS-112, 2002), e Nick Patrick (STS-116, 2006), che sono cittadini britannici ma hanno volato nello spazio come americani (avendo la doppia nazionalità britannica e statunitense) e per conto della NASA.

Durante la passeggiata spaziale, effettuata insieme allo statunitense Tim Kopra, nel casco di quest’ultimo si forma una bolla d’acqua di circa dieci centimetri di diametro massimo; secondo procedura, l’attività extraveicolare (EVA) viene interrotta per prudenza e i due astronauti rientrano a bordo senza problemi [NSF; NSF].

Tim Peake si fa fotografare dal collega Tim Kopra mentre saluta durante il lavoro all’esterno della Stazione Spaziale Internazionale [NASA].