2016/04/05

5 aprile

1941/04/05 – Nasce l’astronauta Judy Resnik


Nasce ad Akron, in Ohio, Judy Resnik (Judith A. Resnik). Verrà selezionata come astronauta dalla NASA nel 1978 e volerà nello spazio nel 1984 con la missione Shuttle STS-41D come specialista di missione, restando a bordo del Discovery (al suo volo inaugurale) per sette giorni.

Morirà il 28 gennaio 1986, insieme agli altri membri dell’equipaggio, durante il decollo dello Shuttle Challenger, che si disintegra in volo all’inizio della missione Shuttle STS-51L [NASA; NHO].


1950/04/05 – Nasce l’astronauta Franklin Chang-Díaz


Nasce a San José, in Costa Rica, Franklin Chang-Díaz, primo astronauta statunitense di origini ispaniche. Verrà selezionato come astronauta dalla NASA nel 1980 ed effettuerà sei voli spaziali: STS 61-C (1986), STS-34 (1989), STS-46 (1992), STS-60 (1994), STS-75 (1996), STS-91 (1998) e STS-111 (2002), totalizzando oltre 1601 ore nello spazio, comprese 19 ore e 31 minuti di passeggiate spaziali [Britannica; NASA; NHO].


1967/04/05 – Pubblicato il rapporto sulla tragedia di Apollo 1


L’Apollo 204 Review Board, la commissione d’indagine istituita in seguito all’incendio della capsula Apollo 1 che è costato la vita a Gus Grissom, Ed White e Roger Chaffee, pubblica il proprio rapporto finale [NHO].


1973/04/05 – Lancio di Pioneer 11, prima sonda a visitare Saturno


Lancio della sonda interplanetaria Pioneer 11, che sarà il primo veicolo spaziale a visitare il pianeta Saturno, raggiungendolo nel 1979. La sonda ha una massa di circa 260 kg e viene lanciata dagli Stati Uniti a bordo di un vettore Atlas-Centaur da Cape Canaveral. È alimentata da due generatori elettrici nucleari e trasporta una targa, destinata ad eventuali civiltà aliene che dovessero recuperarla, che ritrae un uomo e una donna e la posizione del Sole e della Terra nel cosmo.

Progettata per una missione di 21 mesi, appena sufficienti a visitare Giove, Pioneer 11 continuerà a funzionare almeno fino al 30 settembre 1995, quando il suo segnale verrà ricevuto per l’ultima volta, a 12 ore-luce dalla Terra.

La sonda abbandonerà poi il Sistema Solare e si dirigerà per inerzia verso la costellazione dello Scudo [NASA; NHO; NASA; NASA].


1975/04/05 – Primo rientro d’emergenza di un equipaggio


Per la prima volta un volo spaziale con equipaggio viene costretto a un drammatico rientro d’emergenza dopo il decollo: la Soyuz 18A, 18-1 o 7K-T numero 39, con a bordo i cosmonauti sovietici Lazarev e Makarov, fallisce l'inserimento in orbita e ricade violentemente sulla Terra. La vicenda è descritta in dettaglio in questo articolo di approfondimento.


1983/04/05 – STS-6: lo Shuttle Challenger lancia il primo satellite TDRS


Lo Shuttle Challenger, nel corso della missione STS-6, mette in orbita il primo satellite della serie TDRS (Tracking and Data Relay Satellite), dedicata alle comunicazioni con veicoli spaziali in orbita terrestre. Questi satelliti sostituiranno progressivamente la rete di grandi stazioni ricetrasmittenti situate a Terra e consentiranno agli equipaggi di restare in contatto con i centri di controllo per una percentuale maggiore della propria orbita e di trasferire una maggiore quantità di dati [SSA; NASA].


1990/04/05 – Primo lancio da un aereo di un vettore orbitale Pegasus


Volo inaugurale del Pegasus della Orbital Sciences, il primo vettore spaziale statunitense portato in quota da un aereo (in questo caso un B-52, ma solitamente un Lockheed L-1011 modificato) [Smithsonian; NHO].


1991/04/05 – STS-37: decollo dello Shuttle Atlantis; prima EVA degli USA dal 1985


Lancio della missione Shuttle STS-37: la Atlantis decolla dalla rampa 39B del Kennedy Space Center e porta in orbita il Compton Gamma Ray Observatory e molti altri esperimenti. A bordo ci sono Steven R. Nagel (comandante), Kenneth D. Cameron (pilota), e Jerry L. Ross, Jay Apt e Linda M. Godwin (specialisti di missione). Durante la missione viene effettuata la prima passeggiata spaziale statunitense dal novembre del 1985 [NHO; NASA; Rick Mastracchio].


2010/04/05 – STS-131: lo Shuttle Discovery raggiunge la Stazione; quattro donne nello spazio


Lancio dello Shuttle Discovery per la missione STS-131 in visita alla Stazione Spaziale Internazionale per trasportare Leonardo (un grande modulo logistico multifunzione, costruito in Italia, che diverrà parte permanente della Stazione con la missione STS-133) e per la manutenzione esterna ed interna della Stazione. Il carico include anche le nuove cuccette per l’equipaggio. Il comandante è Alan Poindexter; il pilota è James P. Dutton Jr.; gli specialisti di missione sono Rick Mastracchio, Clayton Anderson, Dorothy Metcalf-Lindenburger, Stephanie Wilson e Naoko Yamazaki dell’agenzia spaziale giapponese. È la trentatreesima missione Shuttle destinata alla Stazione, che verrà raggiunta due giorni dopo.

Da sinistra: Stephanie Wilson, Naoko Yamazaki, Tracy Caldwell Dyson e Dorothy Metcalf-Lindenburger a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Foto scattata il 2010/04/08.


Per la prima volta sono in orbita contemporaneamente quattro donne: Metcalf-Lindenburger, Wilson e Yamazaki sono sullo Shuttle e Tracy Caldwell Dyson è a bordo della Stazione Spaziale Internazionale per la Expedition 23. Per la prima volta, inoltre, sono nello spazio due giapponesi contemporaneamente: Yamazaki e Soichi Noguchi, che è già a bordo della Stazione [SSA; NASA; NHO; NHO; NASA; NASA].