2009/11/16 - STS-129: decollo verso la Stazione Spaziale Internazionale

Decollo dello Shuttle Atlantis per la missione STS-129, che consegna i pallet cargo ELC-1 e ELC-2 alla Stazione Spaziale Internazionale.

Nov16-2009-STS-129
Partenza dello Shuttle Atlantis.

1984/11/16 - STS-51A: atterraggio

Atterraggio dello Shuttle Discovery (STS-51A), che ha recuperato due satelliti per telecomunicazioni fuori rotta. Terzo atterraggio di uno Shuttle al Kennedy Space Center.

Nov16-1984-STS-51A
Discovery atterra al Kennedy Space Center al termine della missione STS-51A.

1974/11/16 - Primo tentativo di comunicazione con civiltà non terrestri

Il radiotelescopio di Arecibo, Puerto Rico, trasmette il primo segnale radio intenzionale diretto a eventuali civiltà extraterrestri.

Nov16-1974-seti-arecibo
Lo schema del messaggio inviato da Arecibo.

Fonte: National Geographic.

1973/11/16 - Partenza di Skylab 3

Decollo della missione Skylab 3. Dalla rampa 39B del Kennedy Space Center parte un razzo Saturn IB con a bordo Gerald Carr (comandante), William Pogue (pilota), Ed Gibson (scienziato), per raggiungere la stazione spaziale Skylab, dove resteranno per 84 giorni.

Nov16-1973-Skylab3
Il Saturn IB della missione Skylab 3 parte da uno “sgabello” rialzato rispetto alla piattaforma di lancio normalmente usata per i decolli dei Saturn V.

Fonte: NASA.

1965/11/16 - Partenza di Venera 3

Lancio della sonda sovietica Venera 3 (Венера-3), che l’1/3/1966 diventerà il primo veicolo spaziale a toccare la superficie di un altro pianeta. Concepita per un atterraggio morbido, si dovrà presumere che sia invece precipitata, perché purtroppo gli apparati di comunicazione si guasteranno prima di poter rimandare a Terra dei dati.

Nov16-1965-venera3
La sonda Venera 3.

Fonti: NASA; NASA.

1962/11/16 - Volo sperimentale di un Saturn IB, acqua lanciata nello spazio

Dalla Rampa 34 del Kennedy Space Center viene lanciato un Saturn IB nell’ambito del Progetto Highwater; per questo secondo lancio del progetto, vengono rilasciate circa 90 tonnellate d’acqua a una quota di 167 km, per sperimentare gli effetti di un eventuale rilascio del propellente di un vettore malfunzionante.

Fonte: AST.