2001/05/06 - Rientro della Soyuz TM-31

Atterra in Kazakistan, vicino ad Arkalyk, la Soyuz TM-31, che ha a bordo i cosmonauti Gidzenko e Krikalyov e l’astronauta Shepherd, di ritorno dalla Stazione Spaziale Internazionale.

1993/05/06 - Atterraggio Shuttle Columbia (STS-55)

Lo Shuttle Columbia torna sulla Terra al centro di ricerca aerospaziale Dryden (ora Armstrong) della base militare Edwards, in California, al termine della cinquantacinquesima missione del programma Shuttle, riportando il laboratorio spaziale tedesco Spacelab-D2.

May06-1993-STS55landing
Atterraggio del Columbia al termine della missione STS-55.

Fonte: NHO

1991/06/06 - Atterraggio Shuttle Atlantis (STS-39)

Lo Shuttle Atlantis atterra al Kennedy Space Center al termine della missione STS-39, la prima del programma militare di difesa strategica SDI (“Star Wars”) del Dipartimento della Difesa statunitense.

May06-1991-STS39landing
Lo Shuttle Atlantis atterra sulla pista del KSC, concludendo la missione STS-39.

Fonte: SSA.

1985/05/06 - Atterraggio dello Shuttle Challenger (STS-51B)

La diciassettesima missione del programma Shuttle, denominata STS-51B, si conclude con un atterraggio sulla pista della base militare Edwards, in California, dopo 7 giorni nello spazio, durante i quali ha portato in orbita il laboratorio Spacelab. A bordo, oltre a sette astronauti, ci sono due scimmiette e 24 roditori.

May06-1985-STS51Blanding
Lo Shuttle Challenger atterra sulla pista della base Edwards.

Fonti: NASA; SSA.

1968/05/06 - Precipita il veicolo addestratore lunare di Neil Armstrong

Neil Armstrong, destinato ad effettuare il primo allunaggio un anno più tardi, rischia di morire in un incidente di volo a bordo del veicolo LLRV sul quale si sta addestrando per l’impresa.

Presso la base dell’aviazione militare Ellington, in Texas, sta pilotando l’LLRV 1, un insolito veicolo sperimentale che si sostenta grazie al getto di un motore a reazione orientato verticalmente, quando un malfunzionamento del sistema di manovra inclina eccessivamente il veicolo, costringendo Armstrong ad azionare il proprio seggiolino eiettabile a circa 60 metri da terra. Il veicolo precipita e si distrugge; Armstrong atterra con il paracadute e se la cava con un morso alla lingua.

Dopo l’incidente, il collega Alan Bean incontra Armstrong, seduto alla propria scrivania in ufficio, e poi sente dei colleghi che parlano dello schianto accaduto un’ora prima. Bean torna da Armstrong e gli dice “Ho appena sentito una storia ridicola! Ho sentito dire che ti sei eiettato dall’LLRV un’ora fa”. Armstrong gli risponde, imperturbabile, che è vero. Ricordando l’episodio nel libro First Man di James Hansen, Bean lo commenterà così: “Non riesco a immaginarmi nessun’altra persona, men che meno un astronauta, che se ne sarebbe semplicemente tornato in ufficio dopo essersi eiettato una frazione di secondo prima di ammazzarsi”.

May06-1968-NeilArmstrong
Armstrong con uno dei veicolo addestratori per la discesa sulla Luna (simile all’LLRV ma vincolato tramite cavi).

Fonti: NHO; Air&Space Smithsonian (con video dell’incidente); Astronautix; schema del veicolo e video di un altro incidente.